Tempo fa avevo parlato di Proxmox VE, soluzione bare metal in stile vmware EXS per virtualizzare macchine linux e windows, in previsione di sostituire il mio server di test, (che di Server con la S maiuscola non ha nulla...in realtà è una macchina desktop corazzata a uso server 24h/24) ho deciso di realizzare un sistema che consumasse poco, ma senza perdere le prestazioni del vecchio sistema il tutto farcito con un sistema di gestione di virtualizzazione opensource rispetto al blasonato vmware free che stavo utilizzando. Il materiale è stato attentamente scelto controllando le caratteristiche dichiarate dal produttore cercando di ridurre al minimo lo spreco di energia elettrica.

Attuale sistema che dovrà essere dismesso (attivo dal 2006):

Hardware

  • Pentium D 32bit   3.0 Ghz (TDP= 95W)  con VT-intel e Hyper-Threading
  • 4GB ram dual channel
  • 3 dischi 3.5" in configurazione: 2 dischi PATA 160gb Segate in raid1 software e 1 sata 500gb Western Digital per storage dati
  • Masterizzatore cd/dvd per eventuale backup dati
  • Alimentatore generico da 450 W
  • Case Chieftec Bigtower
  • MainBoard Gigabyte mod.
  • Scheda video nvidia
  • Controller PATA133 Promise aggiuntivo (avevo avuto problemi con quello integrato nel fare il raid software)
  • Consumo medio utiluzzo /carico 120 140W
  • Dimensioni e rumore non trascurabile
  • Ventole varie di raffreddamento per dischi e cpu

Software

  • Ubuntu server 6.06.2 LTS + Vmware free 1.0.x
  • 6 macchine in produzione: 5 linux (un pò Debian, Ubuntu, CentOS), 1 XPpro accessibile in desktop remoto
  • 1 / 2 accese per test vari (usate per lo più per compilazioni o test di programmi)
Pro Contro
  • Hardware potente e con spazio di espansione notevole
  • Vmware free è semplice e potente
  • Ubuntu server: spesso e volentieri un pò troppi aggionramenti... soprattutto al kernel
  • Appliance già pronte  facilmente reperibili
  • Formato delle macchine vituali, aperto e diventato "quasi uno standard"
  • Console di amministrazione potente e multipiattaforma (vmware free 1.0.x nella 2.0 è solo web)
  • Strumenti e comandi da riga di comando
  • Le macchine possono essere copiate e avviate anche sulla versione free di un altro sistema windows o linux
  • Può essere usato su macchine desktop come test
  • vmware mette a disposizione altri tools come Vmware player e Vmware converter
  • Hardware mal dimensionato, componenti generici senza nessuna cura del risparmio energetico
  • Vmware free limitata in alcune caratteristiche, rispetto alla versione commerciale
  • Le macchine guest devono avere installato i vmware-tools per poter essere controllate dalla macchina host e raggiungere prestazioni migliori
  • Non sempre i tools si installano facilmente (quando si installano...) sui kernel recenti e necessitano di patch non ufficiali per essere compilati.
  • Non sempre la parte Server si installa facilemnte su kernel recenti, a volte servono patch non ufficiali per compilare alcuni moduli.
  • per amministrare le macchine è necessario installare la vmware server console
  • Non è possibile fare un backup a caldo delle macchine, devono essere fermate
  • La versione free necessita di un sistema operativo per funzionare
  • Il passaggio a Vmware 2.0 richiede una macchina corazzata e più professionale (il servizio usa più risorse per girare) mio avviso, per poi avere ancora molti dei limiti sopra esposti

  Obbiettivi:

  • Riduzione/ottimizzazione consumo elettrico
  • Incremento prestazioni complessive in proporzione al risparmio dato
  • occasione per aggiornare radicalmente i sistemi reali e virtuali utilizzati
  • Utilizzo e test di nuove tecnologine emergenti
  • Tutto opensource!
  • Cazzeggio, birra e annessi vari....

 

Hardware

Intel Core 2 Duo CPU E8400  3.00GHz (TDP= 65W)  con VT-intel

Alimentatore di qualità 80plus (bronze): SEASONIC S12II-380 380W ultra-silenzioso

4GB ram dual channel

"BayRafter" ovvero un adattatore per installare gli hard disk da 2.5" nel vano da 5.25"

Case Raidmax Icecube (vedi altre foto e l'ottima recensione)


2 dischi 2.5" in configurazione: 1 disco SATA 500gb  per sistema e 1 per storage macchine virtuali modello SEgate Momentus 7200.4 250 Gb G-Force Protection Sata 300 Buffer 16 Mb 7200 rpm

Mikrotik RouterBOARD RB44GV PCI 4-port Gigabit Ethernet adapter, un ottima ed economica scheda pci quadport.

Risultato finale in qualcosa che sembra un armadio server, serio ed elegnante mobile Prandini mod.

 

All in One - Motherboard GA-G41M-ES2L socket 775 chipset Intel G41 MATX

Software

  • Proxmox PVE 1.5 (debian power!)
  • 6 macchine in produzione: 5 linux (un pò Debian, Ubuntu, CentOS), 1 XPpro accessibile in desktop remoto
  • 1 / 2 accese per test vari (usate per lo più per compilazioni o test di programmi)

 

 

 

Loading feeds...

Logo Design Company