Ecco una breve guida per illustrare alcune semplicissime operazioni che possono allungare la vita della batteria del vostro portatile e migliorarne le performances.

LA PRIMA CARICA

Procedere come segue:

1. inserite la batteria nel vostro portatile ed utilizzatelo con l'alimentatore scollegato fino a scaricare la batteria fino al 4-5%;
2. lasciate in carica la batteria tutta la notte (o almeno 4-5 ore);
3. staccate l'alimentatore e utilizzate il computer fino a scaricarla completamente (sempre fino al 4-5%);
4. quindi, nuovamente, lasciatela in caricaalmeno 4-5 ore.

Questa procedura prepara la batteria a lavorare al meglio.


UTILIZZO DELLE BATTERIE AL LITIO

- Non scaricare MAI la batteria oltre il 3%: questo determina una condizione di stress che può compromettere in modo irreversibile il funzionamento della batteria.

- Non lasciare MAI la batteria inutilizzata a lungo (mesi): se non utilizzate la batteria per parecchio tempo tenetela in un posto freddo (l'ideale sono 0 °C) al 40% circa di carica (in modo che i sensori interni abbiano energia sufficiente per lavorare).

- Scaricare parzialmente la batteria ed eseguire frequenti ricariche è il modo migliore di utilizzarla.

- Ricaricare una batteria agli ioni di Litio già parzialmente carica non causa nessun effetto memoria (a differenza di quelle al Nichel o al Nichel-Cadmio).

- Le batterie dovrebbero essere ricalibrate eseguendo un ciclo di carica-scarica completo all'incirca ogni 30 cicli di carica parziale. Ignorando questo accorgimento il sensore di carica della batteria diventerà sempre meno accurato e la batteria non funzionerà più a dovere.

- Tenere la batteria agli ioni di Litio in un posto fresco.

- Considerate la possibilità di rimuovere la batteria dal notebook quando lavorate con l'alimentatore collegato: il calore generato dal notebook diminuisce la vita della batteria.

Fonte:I. Buchman, Batteries in a Portable World

You have no rights to post comments

Loading feeds...

Logo Design Company