Il passaggio di Firefox ad un database sql lite continua a causare problemi, non pochi a chi naviga diverse ore al giorno. I principali problemi che possiamo riscontrare sono frequenti rallentamenti durante la navigazione e un aumento di consumo di CPU. Ma i problemi non sono mai gli stessi, ciò perchè come abbiamo detto più volte Firefox è un ottimo Browser ma non è affatto "BugFree".

Il problema fondamentale si chiama Frammentazione. I dati vengono memorizzati su database SQL Lite la cui dimensione aumenta con il tempo, aumenta di conseguenza anche la frammentazione e il tempo di risposta di Firefox. Come ottimizzare questo database e fare in modo che Firefox diventi più "leggero", recuperando quella velocità in startup e navigazione che reputavamo oramai persa per sempre ?

Ottimizzare il database SQLite, è il metodo che sicuramente offre i migliori risultati, garantendo buone prestazioni per il browser Firefox. Possiamo ottimizzare il database SQLite manualmente, ma possiamo anche utilizzare un add-on che lo farà al posto nostro.

Metodo facile (add-on)
Vacuum Places Improved può ottimizzare il database SQLite automaticamente, offrendo anche qualche opzione per modificare gli intervalli di tempo tra un ottimizzazione e l’altra. L’add-on è l’ideale per gli utenti che vogliono ottenere il massimo da Firefox, riducendo i tempi di avvio, e migliorando le prestazioni generali del browser.

Vacuum Places Improved offre sostanzialmente due opzioni per ottimizzare il database SQLite. La prima opzione, è un semplice reminder che ricorderà all’utente ogni X avvii del browser, che è ora di ottimizzare il database SQLite mostrando un icona nella barra di stato. La seconda opzione, che è probabilmente quella più comoda per la maggior parte degli utenti, è la possibilità di pulire il database SQLite ogni X volte che il browser viene avviato. Ciò significa che l’ottimizzazione verrà eseguito automaticamente.

Entrambe le opzioni possono essere modificate per aumentare o diminuire il numero di volte in cui Firefox viene avviato prima che l’ottimizzazione avvenga.

Vacuum Places Improved è compatibile con Firefox 3.5 e versioni successive.

Metodo per i più esperti (Manuale)
Recarsi su Strumenti, Console degli errori, scheda Errori, digitare la seguente stringa nell’input:

Components.classes["@mozilla.org/browser/nav-history-service;1"].getService(Components.interfaces.nsPIPlacesDatabase).DBConnection.executeSimpleSQL(”VACUUM”);

e cliccare su Valuta.

Esistono poi ancor a in circolazione ulteriori script (basta fare una rapida ricerca da Google, IniFox per esempio) ed operazioni manuali che sfruttano direttamente sqlite per deframmentare il database, ma dopo questa veloce carrellata credo che questi siano i metodi più facili e veloci da poter usare.

Velocizzare l'avvio: (solo win)
Al sottoscritto fortunatamente non è successo, ma sono molti gli utenti di Windows che dopo aver installato o aggioranto il nuovo Firefox 3.5 hanno accusato degli insoliti rallentamenti nell’avvio del browser.

Il motivo scatenante di questo malfunzionamento è un bug – quasi risolto – che consente al noto navigatore opensource di ingolfare più del dovuto le cartelle con i file temporanei e rendersi, di fatto, troppo pesante per un avvio scattante.

Di seguito, trovate quindi alcune papabili soluzioni al problema. Provatele tutte, ma non dimenticate di abilitare la visualizzazione dei file nascosti e dei file protetti di sistema prima di iniziare con lo “smanettamento”.

  • Cancellare il contenuto della cartella C:\Documents and Settings\(vostroutente)\Impostazioni Locali\Temp (Windows XP)
  • Cancellare il contenuto delle cartelle C:\Users\(vostroutente)\AppData\Local\Temp e C:\Users\(vostroutente)\AppData\Local\Microsoft\Windows\Temporary Internet Files\Content.IE5 (Windows Vista/Seven)
  • Utilizzare CCleaner per eliminare i file temporanei di Windows, Firefox ed Internet Explorer (Windows XP/Vista/Seven)

e speriamo bene....

You have no rights to post comments

Loading feeds...

Logo Design Company